Educazione sanitaria

26 MARZO 2018 CONVEGNO: Il cibo come prevenzione: strategie alimentari per contrastare

CONVEGNO PALAZZO GRAN GUARDIA, 26 MARZO 2018
Il cibo come prevenzione: strategie alimentari per contrastare
il rischio di obesità, diabete e altre patologie nei giovani e in età adulta.

Un momento formativo significativo e singolare quello tenutosi ieri mattina al Palazzo della Gran Guardia, inserito nell’ambito socio-sanitario dell’Associazione Prospettiva Famiglia e nel Progetto Salute, Prevenzione e Benessere della Rete “ Scuola e Territorio: Educare insieme”.
Diversi sono stati in questi anni gli interventi educativi proposti non solo agli studenti, ma al territorio intero: approfondimenti sulla medicina ambientale e i pericoli dell’ambiente domestico, sui disturbi di tipo visivo e posturale, sulla scelta informata di vaccinare i propri figli, e, con uno spettacolo teatrale multimediale a carattere scientifico-divulgativo, sulla prevenzione delle patologie cardio-vascolari.

Quest’anno, a seguito della richiesta di alcuni Dipartimenti di Scienze della Rete, sono stati proposti, solo per questo ambito, cinque Convegni con riflessione partecipata,
incentrati sui vari tipi di dipendenze, dal gioco on-line con il fenomeno dell’azzardopatia, la dipendenza dalla cannabis, dall’alcol, dalla Rete Internet e i suoi pericoli con il fenomeno del cyberbullismo nei suoi aspetti tecnico, legale e psicologico e sulla corretta nutrizione come prevenzione all’insorgenza di patologie. La stagione si è conclusa quindi con un momento di riflessione organizzato con il contributo dell’Azienda Ospedaliera Integrata di Verona, Dipartimento di Pediatria ad indirizzo Diabetologico e malattie del metabolismo, nella persona del Prof. Claudio Maffeis, Professore di Pediatria Università di Verona, Direttore U.O.C. di Pediatria ad Indirizzo Diabetologico e Malattie del Metabolismo Direttore Centro Regionale Diabetologia Pediatrica, Presidente Eletto Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica Università e Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata, con il supporto del Comune di Verona, con quello dell’Università di Verona Dipartimento di Scienze Umane e con la condivisione della Coldiretti Verona. Il momento didattico-formativo, rivolto in particolare alle classi terze medie e al biennio delle scuole superiori, ha avuto il principale obiettivo di evidenziare l’importanza di una corretta nutrizione, soprattutto in età adolescenziale, che costituisce, assieme ad un’ adeguata attività fisica e al controllo di altri fattori di rischio, come il fumo o l’alcol, un elemento fondamentale nella prevenzione di numerose condizioni patologiche, come il diabete in età adulta. Lo stile di vita e le scelte alimentari agiscono in modo incisivo nella possibilità di evitare lo sviluppo di malattie, di controllarne l’evoluzione o, al contrario, provocarne l’insorgenza.

Per coinvolgere le classi partecipanti all’attività proposta, il Prof. Maffeis, attraverso i docenti di Scienze, ha proposto nei mesi scorsi la somministrazione e compilazione di un questionario cartaceo, i cui esiti raccolti sono stati presentati ad inizio convegno da una rappresentanza degli studenti. Presenti gli alunni dell’ ISTITUTO PASOLI, DEL LICEO NANI BOCCIONI, ISTITUTO SACRA FAMIGLIA, ISTITUTO PINDEMONTE, ISTITUTO AGLI ANGELI, ISTITUTO FERMI, LICEO FRACASTORO, LA SCUOLA DI FORMAZIONE PROFESSIONALE ISTITUTO CANOSSIANO, accompagnati dai loro docenti molto preziosi nella collaborazione.

Dopo l’esposizione dei dati raccolti, interessanti, seguiti ed apprezzati sono stati gli interventi della dietista DOTT.SSA FRANCESCA TOMASSELLI e del PROF. CLAUDIO MAFFEIS,
mentre quello della DOTT.SSA DEBORA VIVIANI non ha avuto luogo a causa di un’improvvisa evacuazione, ordinata dalle Forze dell’Ordine per un allarme – bomba causato da una valigia lasciata incustodita di fronte al Palazzo, che ha fatto scattare le procedure di sicurezza.
Alle ore 12.15 gli studenti hanno potuto tornare alle loro abitazioni come da programma stabilito.

Ecco infine nel link sottostante dati emersi dai questionari somministrati sulle abitudini alimentari.

Dati Emersi sulle abitudine Alimentari

Prof.ssa
Daniela Galletta

You may also like

X